top of page

Borsa di studio Leonardo BBVA

 

Ricercatori Creativi-Culturali-2021

Insieme a María Mestre Martí, PhD Architect, ci siamo avventurati in questa esperienza incentrata sulla ricerca e la costruzione adattata alle esigenze delle nostre scuole.

In attesa di essere selezionato per intraprendere questo nuovo progetto attraverso la borsa di studio Leonardo.

La nostra proposta è incentrata sugli spazi di apprendimento, la dice lunga sulle nostre preoccupazioni come architetti, è in attesa di lavorare in squadra e questa è una buona opportunità per trasformarla in realtà.

Le Borse Leonardo per Ricercatori e Creatori Culturali assegnate dalla Fondazione BBVA sono destinate a sostenere direttamente il lavoro di ricercatori e creatori culturali di età compresa tra i 30 e i 45 anni che, trovandosi in fasi intermedie della loro carriera, sviluppano un progetto altamente personale e innovativo in il corrispondente campo di specializzazione o attività di varie aree.

Questa è una breve sintesi della nostra proposta

 

Architettura e didattica. Gli spazi di apprendimento


Ci sono numerose nuove correnti e approcci pedagogici che vengono applicati nelle scuole senza che lo spazio educativo abbia subito una simile trasformazione.
La maggior parte delle scuole in questo contesto mantiene schemi tradizionali, dove lo spazio si mantiene con una struttura lineare, orientata verso l'insegnante, diventando a volte anche un limite. Non c'è dubbio che l'adattamento dello spazio scolastico alle attività suggerite dall'insegnante ne aumenterà l'efficacia e genererà maggiore motivazione, entusiasmo e, quindi, migliori prestazioni degli studenti (secondo Barret 20015, un'adeguata architettura scolastica ha aumentato la resa al 16% nei centri britannici).
Questo progetto vuole essere un punto di partenza per rafforzare il necessario rapporto tra Architettura ed Educazione e per poter offrire alternative per migliorare gli spazi di insegnamento per l'apprendimento nelle scuole della Comunità Valenciana (dove vivo). Partendo da uno studio teorico, basato su pubblicazioni, visite in loco a scuole pioniere in Spagna e interviste e sondaggi qualitativi (metodologia Design Thinking per insegnanti), il progetto cercherà di farsi conoscere tra i centri educativi attraverso visite personali, la pubblicazione di un primo documento (libro), due articoli di ricerca su riviste di impatto e social network.

Inoltre, vogliamo coinvolgere, per quanto possibile, gli utenti nel progetto di miglioramento dei propri centri attraverso interviste, sondaggi e partecipazione a dibattiti.

I risultati tangibili della proposta di ricerca sono due. Da un lato, un catalogo di arredi didattici, per la sua futura commercializzazione, e, dall'altro, la costruzione di un'Aula itinerante di architettura, un padiglione mobile che può essere collocato nei centri educativi per un periodo di tempo concordato e che consente attività da offrire attività educative e ricreative in relazione all'architettura (disegno, costruzione, sensibilizzazione, energie rinnovabili, ecc.)
 

La mia opinione è che un progetto educativo richieda uno schema architettonico specifico per favorirne lo sviluppo. Pedagogia, design ed educazione dovrebbero essere racchiusi in un unico approccio. Il contributo dell'Architettura al campo dell'Educazione potrebbe significare un sostanziale miglioramento degli spazi educativi e quindi migliorare i risultati di
rendimento degli studenti.

© 2019 Maribel Requena Barbellido. Architetto Vietata la riproduzione totale o parziale di immagini e fotografie senza preventiva autorizzazione

 

Partecipazione al Raduno Fotografico Petrer

Le fotografie sono state scattate sul Puente de laprestigioso architect Carme Pinós, riflette su vari concetti;

Dal limite tra due mondi, in questo caso 2 quartieri totalmente diversi che la passerella unisce con un tracciato sinuoso che si adatta al terreno, e al viale, conformandosi come elemento del paesaggio.

Dal dialogo tra i paesaggi e le montagne di due città El Cid (Petrer) Bolón (Elda).

Riflettere e richiamare l'attenzione sull'abbandono a cui è sottoposto, un richiamo all'attenzione su un progetto ideato da donne e con tanta bellezza e come a volte le nostre azioni vengono dimenticate.


bottom of page